You are here: Home -  Lacoste Polo Manica Lunga hanno mostrato un tale rapporto Pertanto

Lacoste Polo Manica Lunga hanno mostrato un tale rapporto Pertanto

Lacoste Polo Manica Lunga

Osservazioni negli animali e nell'uomo indicano che la sensibilità al dolore potrebbe essere inferiore (e la tolleranza al dolore superiore) in ipertesi rispetto ai soggetti normotesi. Una ipotesi, derivata da studi sperimentali, si assume che una maggiore attivazione dei barocettori porta ad una inibizione centrale Lacoste Polo Manica Lunga potenziata. Una ipotesi centrale assume variazioni del controllo centrale (endogena) del sistema nocicettivo. Per studiare queste due ipotesi abbiamo valutato quantitativamente i cambiamenti minuto per minuto della pressione arteriosa media (MAP), la pressione venosa centrale (CVP) della frequenza cardiaca (HR), il muscolo attività del nervo simpatico (MSNA), ei singoli rating del dolore durante mechanostimulation nocive in 10 normotesi (NT) e 13 ipertesi (BH) soggetti borderline. L'analisi di regressione lineare indica una stretta correlazione negativa per i dati complessivi tra i livelli di riposo di MAP e le classificazioni del dolore (r = -0.57, P u0026 lt; 0,0001). Il gruppo BH mostrato una sensibilità al dolore più bassa rispetto al gruppo NT (P u0026 lt; 0,001). Il grado di attivazione dei barocettori durante l'applicazione del dolore non era differente tra i due gruppi (p = NS), valutato da un aumento quasi identiche in MAP (+8 ± 1 vs 9 ± 1 mmHg NT vs gruppo BH), CVP (+0,7 ± 0,1 contro 0,5 ± 0,1 mmHg), HR (2 ± 1 vs 2 ± 1 battiti / min), e MSNA (+5 ± 1 vs 4 ± 1 burst / min). I soggetti esposti NT correlazioni significative tra i rating del dolore e gli aumenti in MAP (r = 0,52; P u0026 lt; Lacoste Polo Italian 0,05) e MSNA (r = 0,49; P u0026 lt; 0,05), mentre i soggetti BH non hanno mostrato un tale rapporto. Pertanto, la maggiore tolleranza al dolore nell'ipertensione umana non può essere spiegata con emodinamicamente differenze mediata nell'attivazione di barocettori o da un sensibilità baroriflessa alterata durante l'applicazione del dolore. Concludiamo, che la sensibilità al dolore ridotta negli esseri umani ipertesi è più probabile in relazione ai cambiamenti centrali.
0 Commenti


Parlare la vostra mente